50% WILLYS MB + 50% GPW

Italian Historic Military Vehicles Club
A place where members of HMV, IMVCC, CVMS and all the other italian clubs of military vehicles can find a space for discussion

Moderator: pierino

Post Reply
MAPEX
G-Private First Class
G-Private First Class
Posts: 9
Joined: Mon Mar 14, 2022 4:03 am
Location: ITALIA

50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by MAPEX » Sat Apr 09, 2022 6:40 am

Un saluto a tutti
Questo è il primo messaggio che scrivo anche se leggo il forum da molto tempo.
Mi chiamo Simone, ma tutti mi chiamano MAPEX.
Non ho esperienza di restauri ma ce la metterò tutta per riuscirci.
Vi racconto la storia del mio acquisto.
Erano due anni oramai che stavo cercando una willys-overland MB, che aveva fatto la seconda guerra mondiale, per cui una WW2, quando un amico me ne segnala una in una vetrina di un rivenditore.
Li per li, al telefono, gli dissi ma va la sarà il solito CJ comunque decido di andare a dare un occhio.
Entro la guardo e dopo poco capisco che forse era quello che stavo cercando.
Il venditore mi dice che è una JEEP MB degli anni '60 ed io gli rispondo si si posso dare una controllata con calma? risponde fai pure e io con i libri alla mano controllo il controllabile.
Vedo come è fatto il telaio e il numero di telaio e subito capisco che è dell'anno 1942.
Controllo il blocco motore e dopo aver letto in rilievo il numero 638632W2 il cuore inizia a battere più forte perchè capisco che è il suo del 1942
Controllo la testa e leggo 6396.. , cacchio sto ferro che sostiene il filtro dell'olio mi copre il resto ma capisco che è la sua testa anche solo dai primi numeri.
Poi controllo la carrozzeria, UN DISATRO, ruggine a parte, e li capisco che è stata sostituita con una GPW e tagliata dietro per fare il portellone apribile.
Insomma rimango un po deluso perchè avrei preferito fosse la sua ma decido di comprarla lo stesso.
Il numero seriale del motore è coperto da ruggine e non avevo con me la carta di vetro per cui ho lasciato perdere.
Oramai è un mese che ci lavoro saltuariamente e tempo permettendo con qualche piccolo risultato.
Ieri ho pulito il numero seriale del motore e li mi è venuto quasi un infarto ovvero leggo PR-4295 al posto che MB-...... qualcuno sa darmi informazioni su questo strano numero?
Sparate pure sulla CROCEROSSA non mi offendo ... imparo
ciao Simone
Attachments
20220408_153026.jpg
20220311_145156.jpg
20220309_152816.jpg
20220309_150556.jpg


User avatar
Robbby84
G-Colonel
G-Colonel
Posts: 1291
Joined: Wed Sep 17, 2008 10:36 am
Location: Varese - Italy

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by Robbby84 » Tue Apr 12, 2022 4:56 am

Ciao Simone e benvenuto in questo forum che ormai è da troppo tempo silente...

1) complimenti per essere diventato un felice (spero) possessore di jeep, qualunque modello o serie sia...
2) grazie per esserti "esposto" ad una platea che sicuramente (spero) potrà aiutarti
3) consiglio personale: prima di iniziare a smontare, informati....cerca di conoscere quanto più del tuo mezzo. Dal come si guida a come è fatto: procurati dei manuali (meglio se allineati all'anno di produzione) e leggi tutto quello che puoi (questo forum è una grande fonte di informazioni e se sai l'inglese puoi sicuramente trovarne molte altre nelle altre sezioni);
4) consiglio personale 2: fai un progetto. Definisci un obiettivo, un budget e un piano di azione. Vuoi divertirti? Vuoi una macchina da museo? Che portafoglio hai? Vuoi cimentarti tu in tutto o affidarti a qualcuno? Gli scenari sono molto diversi in base alla variabilità dei fattori elencati.... Evita di ritrovarti con una pigna di scatole con dentro pezzi di un veicolo che ti sei ridotto ad odiare....
5) a che tipo di documentazione fai riferimento per le tue analisi? Il seriale 638632W2 è il numero di fusione e poco centra con l'anno .... quello è stampigliato tra la coppa e il monoblocco....ma devi appunto smontare la coppa dell'olio... Il numero nell'ovale è palesemente ristampigliato da qualche officina che l'ha revisionato... sull'estratto cronologico del mezzo cosa c'è scritto? Il numero di telaio qual'è? e quello di scocca?

Mi fermo qui per ora.... ma sicuramente prima di approfondire qualunque aspetto, bisognerà, in cuor tuo, che tu decida che strada prendere, nel rispetto del tuo portafoglio e del mezzo che ora si trova nel tuo garage.

Buona fortuna.
Ciao
R
Roberto
MVPA member # 33448

MAPEX
G-Private First Class
G-Private First Class
Posts: 9
Joined: Mon Mar 14, 2022 4:03 am
Location: ITALIA

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by MAPEX » Tue Apr 12, 2022 8:43 am

Robbby84 wrote:
Tue Apr 12, 2022 4:56 am
Ciao Simone e benvenuto in questo forum che ormai è da troppo tempo silente...

1) complimenti per essere diventato un felice (spero) possessore di jeep, qualunque modello o serie sia...
2) grazie per esserti "esposto" ad una platea che sicuramente (spero) potrà aiutarti
3) consiglio personale: prima di iniziare a smontare, informati....cerca di conoscere quanto più del tuo mezzo. Dal come si guida a come è fatto: procurati dei manuali (meglio se allineati all'anno di produzione) e leggi tutto quello che puoi (questo forum è una grande fonte di informazioni e se sai l'inglese puoi sicuramente trovarne molte altre nelle altre sezioni);
4) consiglio personale 2: fai un progetto. Definisci un obiettivo, un budget e un piano di azione. Vuoi divertirti? Vuoi una macchina da museo? Che portafoglio hai? Vuoi cimentarti tu in tutto o affidarti a qualcuno? Gli scenari sono molto diversi in base alla variabilità dei fattori elencati.... Evita di ritrovarti con una pigna di scatole con dentro pezzi di un veicolo che ti sei ridotto ad odiare....
5) a che tipo di documentazione fai riferimento per le tue analisi? Il seriale 638632W2 è il numero di fusione e poco centra con l'anno .... quello è stampigliato tra la coppa e il monoblocco....ma devi appunto smontare la coppa dell'olio... Il numero nell'ovale è palesemente ristampigliato da qualche officina che l'ha revisionato... sull'estratto cronologico del mezzo cosa c'è scritto? Il numero di telaio qual'è? e quello di scocca?

Mi fermo qui per ora.... ma sicuramente prima di approfondire qualunque aspetto, bisognerà, in cuor tuo, che tu decida che strada prendere, nel rispetto del tuo portafoglio e del mezzo che ora si trova nel tuo garage.

Buona fortuna.
Ciao
R
Ciao Robby84
il numero di telaio è MB146143 date of delivery 26.05.1942.
La parte posteriore della carrozzeria cioè la vasca è un FORD GPW seriale 99467 è del 1943.
I parafanghi anteriori sono i suoi della willys MB.

il numero in rilievo sul blocco 6-8 indica che è stato colato in giugno il giorno 8.
il numero in rilevo 638632 indica che era usato sulle MB dal 1941 al 1945.
il numero in rilievo sul blocco W2 indica il secondo, dei sette contratti, che la willys-overland aveva fatto con l'esercito dal seriale 118xxx al 142xxx date of delivery tra il febbraio e maggio 1942.
Come fonte ho un libro che si intitola "JEEP bantam-willys-ford" di Emile Becker e Guy Dentzer.
Poi un libro "ALL-AMERICAN WONDER THE MILITARY JEEP 1941-1945" di Ray COUDERY.
Il resto della documentazione presa su internet sia su questo sito che in altri siti.
Smonterò la coppa, come da te consigliato, più avanti e avrò data certa del motore.
Ho intenzione di fare il più possibile del restauro da solo e quando avrò bisogno di fare lavori fuori dalla mia portata chiederò aiuto.

Sono consapevole che questo veicolo non sarà mai perfetto, come uscito dalla fabbrica, poi mi sono detto ok ma ha fatto la guerra.. si è rotta la carrozzeria e hanno montato la prima disponibile, vista la compatibilità, non è che si sono posti il problema del tipo ah non è willys non la monto.
Per quanto mi riguarda il veicolo ha comunque la sua storia da raccontare.
Ora vorrei sapere il tuo, o vostro, parere sul restaurare un veicolo come l'ho descritto cioè se lo fareste oppure no.
Grazie
ciao

MAPEX
G-Private First Class
G-Private First Class
Posts: 9
Joined: Mon Mar 14, 2022 4:03 am
Location: ITALIA

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by MAPEX » Tue Apr 12, 2022 10:09 am

Dopo aver sabbiato i primi pezzi ho dato una mano di fondo
Attachments
20220403_130958.jpg

User avatar
Robbby84
G-Colonel
G-Colonel
Posts: 1291
Joined: Wed Sep 17, 2008 10:36 am
Location: Varese - Italy

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by Robbby84 » Tue Apr 12, 2022 11:55 pm

da quel che leggo, se ho bene inteso, quindi la tua intenzione è quella di fare un restauro del tuo mezzo quanto più vicino all'originale ma senza romperti la testa alla ricerca di una condizione "uscita di fabbrica" che sostanzialmente rimane impossibile da raggiungere.

Questa consapevolezza è già un buon passo nel tuo percorso.
Per quanto mi riguarda, mi (o meglio dire "ci") siamo cimentati in avventure ben più impegnative perlomeno come punto di partenza. Il mezzo merita delle cure e merita di poter raccontare la sua storia, per cui avanti tutta.
Rimangono validi i consigli del budget e dell'obiettivo da darti: per il resto se hai manualità e passione sarà un gran divertimento.

Da che parte d'Italia scrivi? perchè magari qualche vicino di casa appassionato che può darti una mano fisicamente c'è...

Ciao
Roberto
MVPA member # 33448

canterogabriele
G-First Sergeant
G-First Sergeant
Posts: 130
Joined: Sat Nov 18, 2006 11:03 am
Location: ITALY

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by canterogabriele » Wed Apr 13, 2022 8:49 am

Condivido, sé potrò essere utile scriverò anch’io. Ciao

MAPEX
G-Private First Class
G-Private First Class
Posts: 9
Joined: Mon Mar 14, 2022 4:03 am
Location: ITALIA

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by MAPEX » Wed Apr 13, 2022 11:45 am

Robbby84 wrote:
Tue Apr 12, 2022 11:55 pm
da quel che leggo, se ho bene inteso, quindi la tua intenzione è quella di fare un restauro del tuo mezzo quanto più vicino all'originale ma senza romperti la testa alla ricerca di una condizione "uscita di fabbrica" che sostanzialmente rimane impossibile da raggiungere.

Questa consapevolezza è già un buon passo nel tuo percorso.
Per quanto mi riguarda, mi (o meglio dire "ci") siamo cimentati in avventure ben più impegnative perlomeno come punto di partenza. Il mezzo merita delle cure e merita di poter raccontare la sua storia, per cui avanti tutta.
Rimangono validi i consigli del budget e dell'obiettivo da darti: per il resto se hai manualità e passione sarà un gran divertimento.

Da che parte d'Italia scrivi? perchè magari qualche vicino di casa appassionato che può darti una mano fisicamente c'è...

Ciao

Sono del Lago di Como per cui siamo vicini di casa ... ho già trovato chi mi darà una mano allora :D :D
Tranquillo per ora mi basta la tua esperienza.
Ti faccio una domanda sul generatore di corrente:

Marca :AUTO-LITE
model: GEG-5002D
serial:8W015325 spiegazione 8(mese agosto) W(1942) il resto del seriale è il numero del pezzo
AMP:40

Ho trovato su questo sito che dal seriale si riesce a capire che è stato fatto nel 1942 per cui è il suo originale.
Secondo voi è corretta questa informazione che ho trovato?
Inoltre le sigle sui pezzi che compongono il generatore sono corretti per il GEG-5002D?

Te lo chiedo perchè ho trovato informazioni un po cotrastanti e non ho il manuale AUTO-LITE
Allego foto prima e dopo la verniciatura, manca il pezzo centrale perchè non riesco a svitare le viti due a taglio...nonostante abbia un inserto beta da 1/2 fatto a cacciavite da 2x12 mm da usare con il cricchetto ... consiglio?
Grazie
Ciao
Attachments
20220408_153701.jpg
20220407_135217.jpg
20220407_135310.jpg
20220404_182552.jpg
20220402_162632.jpg
20220407_135247.jpg
Last edited by MAPEX on Wed Apr 13, 2022 11:58 am, edited 1 time in total.

MAPEX
G-Private First Class
G-Private First Class
Posts: 9
Joined: Mon Mar 14, 2022 4:03 am
Location: ITALIA

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by MAPEX » Wed Apr 13, 2022 11:49 am

canterogabriele wrote:
Wed Apr 13, 2022 8:49 am
Condivido, sé potrò essere utile scriverò anch’io. Ciao
Grazie volentieri
Ciao

User avatar
Robbby84
G-Colonel
G-Colonel
Posts: 1291
Joined: Wed Sep 17, 2008 10:36 am
Location: Varese - Italy

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by Robbby84 » Wed Apr 20, 2022 9:01 am

MAPEX wrote:
Wed Apr 13, 2022 11:45 am


Sono del Lago di Como per cui siamo vicini di casa ... ho già trovato chi mi darà una mano allora :D :D

Se posso e riesco ben venga.
Non posso sicuramente definirmi un esperto, soprattutto in campo Willys

Ciao
Roberto
MVPA member # 33448

IK0QDQ
G-Civilian
Posts: 1
Joined: Sun May 09, 2021 4:14 pm
Location: ITALY

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by IK0QDQ » Sun May 22, 2022 4:52 pm

Ciao Simone,
Anche io, generalmente, leggo tanto e scrivo poco. Vedendo le foto che poco a poco hai postato, ho pensato che anche se di questo veicolo non hai molta esperienza, hai sicuramente "impostazine" giusta per fare un restauro sicuramente valido.
Intanto, guarda caso, hai dichiarato di possedere i libri degli unici due autori che hanno scritto qualche cosa di sensato in mareria: Ray Cowdery ed Emile Becker. Oggi, sulla rete, si trova di tutto e di più. Quando iniziai io a tentare restauri conservativi di questi mezzi (che negli anni precedenti avevevo fatto di tutto per "smilitarizzarli,") non c'era a dispoizione molta documentazione. Per questo motivo se ne sapeva poco. Per di più le ricostruzioni e le manutenzioni fatte, prima dagli utilizzatori USA, in seguito dai vari,noti, centri italici, avevano creato tali minestroni di mezzi
che era veramente arduo dare loro una collocazione corretta.
Nell'ottanta, circa quando venni "folgorato dalla giusta luce" e smisi di distruggere mezzi integri per costruirmi un "fuorstrada performante" e decisi di dedicarmi a ricostruire un mezzo "come uscito dalla casa" dovetti acquistare circa una decina di rottami per prendere un ponte qui, un radiatore là, il telaio da un'altra parte e così via. Si trovava ancora materiale originale. I vari magazzini erano dispersi per l'Italia e trovavi qualche cosa a Roma qualche altra cosa a Casalecchio (dove facevo tappa fissa ogni volta che andavo a Parma a trovare i parenti di mia moglie) ed altro in giro per il nord Italia . Per farla breve, dopo aver sistemato un paio di mezzi, l'attenzione passò su altre cose fino a quando sul finire del secolo scorso non venni ripreso dalla malattia e mi dedicai a smontare tutti i rottami che avevo accatastato in una casa di campagna vicino a Roma (dove vivevo e vivo tuttora).
Con la meccanica me la cavo bene fin da quando ero "piccolo" perchè avevo avuto dei validi maestri, il settore elettrico/elettronico è stato l'ambiente della mia professione, oggi alla soglia degli ottanta sono orgogliosamente "retired". Il problema era che non si trvavano allora (figurati oggi) dei carrozzierie/o dei battilastra degni della loro definizione professionale. Presi quindi la decisione di seguire dei corsi specifici. All'epoca insegnante presso un istituto professinale dove oltre al settore elettrico/elettronico insegnavano meccanica, saldatura, ecc. ecc. ed in cambio di qualche riparazione a radio e televisori vari, ebbi dai miei colleghi i rudimenti teorici per dedicarmi all'arte della carrozzeria. Oggi sono in grado di ricostruirmi da solo qualsiasi parte della Jeep, ma ciò non è più indispensabike perché esistono fornitori che dispongono di ogni particolare a prezzi di quanto potresti pagare i lamierati commerciali della Panda Fiat. Quindi con relativamente poca fatica, ma con un certo budget, potrai facilmente riportare la tua vettura ad uno stato ragionevole.
Come ti hanno già detto quelli più bravi di me, fai prima una pianificazione, decidi cosa ti interessa. Mi spirgo vuoi un mezzo per andarci in giro??
OK se il telaio è Ford e la carrozzeria Willys, le balestre sono una di un tipo e una dell'altro come il cambi, il roduttore il motore , sono un minestrone va tutto bene, ma se intendi spendere dei soldi per poi sperare di recuperarli quando ti è passata la voglia, sappi che a comperare spendi tanto ma a vendere prendi poco!!!!! Troverai sempre chi si appiglierà al fatto che che il tal bullone non ha la "F" stile Ford per deprezzare il tuo sudato lavoro!!!!
Spero di essere stato utile e spero di poterlo essere ancora. Per la cronaca, martedì mi arriverà un pacco dall'Inghilterra dove ho acquistato 70 mt di cavo elettrico con le varie colorazioni per ricostruire gli impianti delle ultime tre Jeep che sto finendo. Anche in questo settore anni di studi per definre il tipo di cavo usato dalla Willys e quello usato dalla Ford con tutte le piccole differenze sui tipi di capocorda (gli uni ad occiello gli altri a puntalino) e per definire la miriade di piccole variazioni nella produzione a secondo dell'anno. Ultimo problema risolto, come adeguare l'impiantistica della segnaletica per passare la revisione, ma questo argomento lo rimandiamo all'eventuale prossimo post se a qualcuno interesserà!!!!!!!!
Edoardo

MAPEX
G-Private First Class
G-Private First Class
Posts: 9
Joined: Mon Mar 14, 2022 4:03 am
Location: ITALIA

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by MAPEX » Thu Jun 09, 2022 9:19 am

IK0QDQ wrote:
Sun May 22, 2022 4:52 pm
Ciao Simone,
Anche io, generalmente, leggo tanto e scrivo poco. Vedendo le foto che poco a poco hai postato, ho pensato che anche se di questo veicolo non hai molta esperienza, hai sicuramente "impostazine" giusta per fare un restauro sicuramente valido.
Intanto, guarda caso, hai dichiarato di possedere i libri degli unici due autori che hanno scritto qualche cosa di sensato in mareria: Ray Cowdery ed Emile Becker. Oggi, sulla rete, si trova di tutto e di più. Quando iniziai io a tentare restauri conservativi di questi mezzi (che negli anni precedenti avevevo fatto di tutto per "smilitarizzarli,") non c'era a dispoizione molta documentazione. Per questo motivo se ne sapeva poco. Per di più le ricostruzioni e le manutenzioni fatte, prima dagli utilizzatori USA, in seguito dai vari,noti, centri italici, avevano creato tali minestroni di mezzi
che era veramente arduo dare loro una collocazione corretta.
Nell'ottanta, circa quando venni "folgorato dalla giusta luce" e smisi di distruggere mezzi integri per costruirmi un "fuorstrada performante" e decisi di dedicarmi a ricostruire un mezzo "come uscito dalla casa" dovetti acquistare circa una decina di rottami per prendere un ponte qui, un radiatore là, il telaio da un'altra parte e così via. Si trovava ancora materiale originale. I vari magazzini erano dispersi per l'Italia e trovavi qualche cosa a Roma qualche altra cosa a Casalecchio (dove facevo tappa fissa ogni volta che andavo a Parma a trovare i parenti di mia moglie) ed altro in giro per il nord Italia . Per farla breve, dopo aver sistemato un paio di mezzi, l'attenzione passò su altre cose fino a quando sul finire del secolo scorso non venni ripreso dalla malattia e mi dedicai a smontare tutti i rottami che avevo accatastato in una casa di campagna vicino a Roma (dove vivevo e vivo tuttora).
Con la meccanica me la cavo bene fin da quando ero "piccolo" perchè avevo avuto dei validi maestri, il settore elettrico/elettronico è stato l'ambiente della mia professione, oggi alla soglia degli ottanta sono orgogliosamente "retired". Il problema era che non si trvavano allora (figurati oggi) dei carrozzierie/o dei battilastra degni della loro definizione professionale. Presi quindi la decisione di seguire dei corsi specifici. All'epoca insegnante presso un istituto professinale dove oltre al settore elettrico/elettronico insegnavano meccanica, saldatura, ecc. ecc. ed in cambio di qualche riparazione a radio e televisori vari, ebbi dai miei colleghi i rudimenti teorici per dedicarmi all'arte della carrozzeria. Oggi sono in grado di ricostruirmi da solo qualsiasi parte della Jeep, ma ciò non è più indispensabike perché esistono fornitori che dispongono di ogni particolare a prezzi di quanto potresti pagare i lamierati commerciali della Panda Fiat. Quindi con relativamente poca fatica, ma con un certo budget, potrai facilmente riportare la tua vettura ad uno stato ragionevole.
Come ti hanno già detto quelli più bravi di me, fai prima una pianificazione, decidi cosa ti interessa. Mi spirgo vuoi un mezzo per andarci in giro??
OK se il telaio è Ford e la carrozzeria Willys, le balestre sono una di un tipo e una dell'altro come il cambi, il roduttore il motore , sono un minestrone va tutto bene, ma se intendi spendere dei soldi per poi sperare di recuperarli quando ti è passata la voglia, sappi che a comperare spendi tanto ma a vendere prendi poco!!!!! Troverai sempre chi si appiglierà al fatto che che il tal bullone non ha la "F" stile Ford per deprezzare il tuo sudato lavoro!!!!
Spero di essere stato utile e spero di poterlo essere ancora. Per la cronaca, martedì mi arriverà un pacco dall'Inghilterra dove ho acquistato 70 mt di cavo elettrico con le varie colorazioni per ricostruire gli impianti delle ultime tre Jeep che sto finendo. Anche in questo settore anni di studi per definre il tipo di cavo usato dalla Willys e quello usato dalla Ford con tutte le piccole differenze sui tipi di capocorda (gli uni ad occiello gli altri a puntalino) e per definire la miriade di piccole variazioni nella produzione a secondo dell'anno. Ultimo problema risolto, come adeguare l'impiantistica della segnaletica per passare la revisione, ma questo argomento lo rimandiamo all'eventuale prossimo post se a qualcuno interesserà!!!!!!!!
Edoardo
Grazie Edoardo per i tuoi consigli in effetti sensati ne farò tesoro.
Non ho visto quello che hai scritto prima perchè non sono pratico di social e non capisco se ci sia un metodo per farmi avvisare quando qualcuno scrive sul post.
In questi giorni portato avanti il progetto e vorrei aggiornare il post ma per farlo mi tocca rimpicciolire le foto con il pc il che richiede tempo e a volte non lo si ha.
All'impiato elettrico ci arriverò tra molto tempo ma ti terrò presente.
Grazie ancora per i consigli
ciao
Simone

MAPEX
G-Private First Class
G-Private First Class
Posts: 9
Joined: Mon Mar 14, 2022 4:03 am
Location: ITALIA

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by MAPEX » Thu Jun 09, 2022 12:06 pm

Il generatore è quasi finito.
Ho difficoltà a trovare il GLYPTAL, la vernice isolante rossa da applicare sopra all'avvolgimento in rame del rotore, qualcuno mi sa indicare un prodotto simile?
Ho fatto nichelare, e non zincare, i pezzi prima della verniciatura esterna nera opaca e non ho verniciato la parte interna perché in origine era così.
Attachments
20220423_092849.jpg
20220501_193944.jpg
20220430_135719.jpg
20220429_155338.jpg
20220423_093020.jpg
20220423_092918.jpg

MAPEX
G-Private First Class
G-Private First Class
Posts: 9
Joined: Mon Mar 14, 2022 4:03 am
Location: ITALIA

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by MAPEX » Thu Jun 09, 2022 12:20 pm

Anche il regolatore di tensione ora sembra avere nuova vita vi allego foto prima e dopo.
Ho dato il fondo per alluminio prima di verniciare con nero opaco.
La vernice è nera opaca ma in foto per effetto della lampada da 500 watt sopra sembra lucida.
Non sono riuscito a trovare il colore che ha un effetto raggrinzito, penso abbiate capito a cosa mi riferisco, avete una prodotto da segnalarmi?
Attachments
20220415_164152.jpg
20220411_150033.jpg

azrosso
G-Civilian
Posts: 1
Joined: Sat Aug 20, 2016 6:05 am
Location:

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by azrosso » Wed Jul 27, 2022 10:31 am

Ciao !
mi chiamo Gianni e sono di Torino.
io ho una jeep con telaio FORD e scocca WILLYS !!!
E' mia da 45 anni ! e ci ho fatto di tutto, dalle gite in montagna alle gare di fuoristrada!
Io ho un concetto, che hai anche espresso Tu: è un mezzo da guerra, quindi chi la usava e riparava non andava troppo per il sottile sui miscugli! d'altronde, hanno progettato la compatibilita' proprio per non avere problemi.

Buon lavoro e soprattutto buon divertimento

MAPEX
G-Private First Class
G-Private First Class
Posts: 9
Joined: Mon Mar 14, 2022 4:03 am
Location: ITALIA

Re: 50% WILLYS MB + 50% GPW

Post by MAPEX » Mon Aug 15, 2022 9:02 am

Ciao Giovanni I lavori proseguono con più difficoltà del previsto comunque non mollo. Ho saldato il telaio in un punto perché si stava rompendo. Ho tagliato gli attacchi delle balestre perché ovalizzati. Insomma più problemi che altro ma non mollo.Image


Post Reply

Return to “IHMVC”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest